Blog

Podere Cirene – Agriturismo con piscina vicino al mare | La leggenda della Bella Marsilia

Prenota ora il Tuo soggiorno nel nostro Agriturismo con piscina vicino al mare e vai alla scoperta della Maremma e dei luoghi della Leggenda della Bella Marsilia

Il Podere Cirene, Agriturismo con piscina vicino al mare, è immerso nel Parco Regionale della Maremma. Sono tante le storie che si narrano attorno a questo mondo naturale di estrema bellezza. Tutte legate alla sua posizione e alla sua conformazione, ci raccontano un passato avvolto tra mistero e realtà. Le vicende dei butteri a cavallo ne sono un esempio, così come quelle di briganti, di pirati, di dame e marinai. Il Parco, con la sua fitta macchi mediterranea dà scena a racconti che vengono tramandati di generazione in generazione dagli abitanti di questa terra. Uno di questi racconti è La Leggenda della Bella Marsilia. Una storia con sfumature reali e fantasiose che è concretamente ricordata dalla Torre che prende il nome dalla protagonista, la Bella Marsilia appunto.

La leggenda della Bella Marsilia

Resistente agli anni, al sole e al vento salmastro, la Torre della Bella Marsilia si trova nel cuore del Parco della Maremma, non distante dal nostro agriturismo con piscina vicino al mare. Nel 1500 questo che oggi è un rudere, era uno dei castelli più belli della Maremma. Qui viveva la ricca e potente famiglia senese dei Marsili e qui crebbe la coraggiosa Margherita, figlia di Nanni Marsili. Per la sua bellezza, per la chioma fulva e gli occhi viola, Margherita era da tutti chiamata la Bella Marsilia. Nel 1543 vi fu un’inaspettata incursione piratesca nella zona, durante la quale il saraceno Ariodemo Barbarossa rapì la giovane Margherita. La ragazza venne portata via dal gruppo di pirati e presentata al Sultano Solimano il Magnifico che, vedendo la ragazza, se ne innamorò e la volle nel suo harem.

Il sultano la elesse prima sua favorita poi moglie legittima.
Solimano era sottomesso dalla giovane ragazza che divenne presto una padrona dispotica, crudele, decisa a rivalersi di quello che avevano fatto a lei. Nonostante il coraggio, le mancò la forza di rivedere la sua terra, il suo castello dove più nessuno dei suoi viveva.

Oggi la Torre della Bella Marsilia è, tra le torri del parco, quella conservata meglio. Massiccia e squadrata con la base a scarpa è interamente rivestita in pietra. Sono visibili le feritoie e un’apertura in alto che presuppone l’esistenza di scale esterne per l’accesso, ma munite da ponteggi a sua difesa. Le altre torri che si ergono nel Parco a sentinelle di questa affascinante area sono: Torre Trappola, Torre di Castel Marino, di Collelungo, di San Rabano, di Cala di Forno e Bassa e di Cannelle.